Rapporto di lavoro

Le regole per le trasferte di lavoro all’estero per lunghi periodi

di Salvatore Servidio

LA DOMANDA Si richiede un parere in merito all'invio di lavoratori all'estero in trasferta, per lunghi periodi. Si tratta di una azienda dell'industria che invia un lavoratore in Croazia dal 1° settembre 2017 al 28 febbraio 2018 per un numero totale di giorni di 181, pertanto in base alla convenzione Italia- Croazia il calcolo dei giorni deve essere effettuato, in un periodo di 12 mesi che inizi o termini nell'anno fiscale. Lo stesso lavoratore parte per la Germania dal 1° giugno 2018 al 25 novembre 2018. Il quesito è: applichiamo sin da subito le retribuzioni convenzionali dal 1° settembre 2017 in quanto supera nell'anno fiscale, 2017- 2018, i 183 giorni di permanenza all'estero, oppure consideriamo ogni singolo Stato per cui non si superano i 183 gg?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?