Rapporto di lavoro

Procedura di mobilità ex L. n. 223/1991

di Marrucci Mauro

LA DOMANDA Nel caso in cui la Società continui la fase sindacale oltre i termini dei 45 giorni previsti dall'art. 4, co. 6, della L. n. 223/91, senza darne comunicazione all'ufficio provinciale del lavoro, cosa accade in termini di validità della procedura stessa? La Società può, successivamente ai 45 giorni, ancorché abbondantemente scaduti, dichiarare chiusa con esito negativo la fase sindacale dandone comunicazione all'Ufficio provinciale del lavoro affinché provveda a convocare le parti per l'ulteriore fase amministrativa oppure la stessa procedura è da ritenersi scaduta o nulla ed occorre avviarne una nuova? Grazie

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?