Rapporto di lavoro

Via libera all’accesso nel pc del lavoratore che viola le regole d’uso aziendali

di Marina Castellaneta

L’accesso ai file di un dipendente, sul computer aziendale, è possibile se il lavoratore non rispetta le regole interne fissate dall’azienda sull’etichettatura dei documenti. A tornare sulla questione del bilanciamento tra potere di controllo del datore di lavoro e tutela della vita privata del dipendente è stata la Corte europea dei diritti dell’uomo, con la sentenza depositata il 22 febbraio nel caso «Libert contro Francia» (ricorso n. 588/13). All’esame dei giudici, l’utilizzo per fini personali dei computer ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?