Rapporto di lavoro

No al licenziamento del lavoratore che denuncia molestie sessuali

di Rossella Quintavalle

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

È fatto divieto al datore di lavoro sanzionare, demansionare, licenziare, trasferire o sottoporre ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti sulle condizioni di lavoro, il dipendente che agisce in giudizio denunciando la discriminazione cui è sottoposto per molestia o molestia sessuale subite sul luogo di lavoro. Con la modifica apportata all'articolo 26 del decreto 198/2006 (Codice delle pari opportunità tra uomo e donna), attraverso l'inserimento dei commi 3bis e 3ter ad opera dell'articolo 1, comma 218, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?