Rapporto di lavoro

Rischio reato dall’omessa prevenzione

di Riccardo Borsari

L’impiego della forza lavoro all’estero non esime il datore di lavoro da responsabilità, anche penale, in caso di infortunio occorso al lavoratore durante lo svolgimento della prestazione. I profili penalistici in questione coinvolgono tanto la dimensione individuale, quanto quella collettiva, prospettandosi la possibile integrazione dei reati di omicidio colposo o di lesioni colpose gravi o gravissime in capo al datore di lavoro, derivanti da violazione della normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro (ex articoli 589-590 del ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?