Rapporto di lavoro

Quando scatta l’incentivo per assumere i beneficiari della Naspi

di Mauro Marrucci

LA DOMANDA Un’azienda ha avuto in forza un lavoratore percettore di Naspi con contratto a termine della durata di oltre sei mesi. Non ha pertanto sfruttato la possibilità di accedere all’incentivo trasformando il contratto a tempo indeterminato prima del compiersi dei sei mesi di rapporto a termine. Alla scadenza del contratto, il rapporto termina ed il lavoratore farà nuovamente richiesta di Naspi. Qualora la stessa azienda riassuma il lavoratore a tempo indeterminato e pieno dopo tre settimane, avrà diritto allo sgravio? O il fatto che abbia avuto un contratto a termine di oltre sei mesi con lo stesso datore di lavoro impedisce, in assoluto, di godere dell’incentivo?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?