Rapporto di lavoro

A.n.f., casi particolari

di Antonio Carlo Scacco

LA DOMANDA Una lavoratrice dipendente, madre di due figli minori con paternità differenti,ha autorizzazione inps per percepire gli anf per entrambi. Si è sposata nel dicembre 2016 con il padre di uno dei figli, mentre l'altro padre ha perso la genitorialità (da sentenza tribunale). E' stata fatta la richiesta di adozione per questo secondo figlio, ma fino al 2018 non si conoscerà l'esito dell'istanza. La lavoratrice ha percipito gli anf fino al mese precedente il matrimonio, si chiede - per gli arretrati, che redditi 2015 si devono considerare, se solo quelli della lavoratrice o anche quelli del coniuge - per i figli, se il figlio con padre assente sia da considerarsi estraneo al nucleo o siano da inserire entrambi i minori in un nucleo Tab. 011

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?