Rapporto di lavoro

Equo compenso anche ai senza albo

di Giorgio Pogliotti

Estendere l’equo compenso anche per le professioni non ordinistiche. Considerando «manifestamente sproporzionato» all’opera professionale un ammontare inferiore agli usi rilevati e accertati con decreto del ministro dello Sviluppo economico, anche avvalendosi delle Camere di commercio, sentite le associazioni professionali. È quanto prevede un emendamento al Ddl sull’equo compenso presentato dal presidente della commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi (Epi), stabilendo che il compenso inferiore ai minimi stabiliti dai parametri vigenti debba ritenersi iniquo. La nullità delle clausole ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?