Rapporto di lavoro

Socio e trasferta forfettaria

di Antonio Carlo Scacco

LA DOMANDA Un socio di una società che collabora all’interno della stessa senza percepire un compenso. Si sposta spesso dalla sua sede di lavoro abituale per visitare clienti ecc. riceve per i chilometri percorsi un rimborso spese a piè di lista e un’indennità di trasferta forfettari. È contestabile la deduzione delle spese relative alle indennità di trasferta forfettarie da parte della società nella determinazione del reddito d’impresa non percependo il socio nessun compenso? Nel contempo è contestabile la mancata tassazione delle indennità di trasferta da parte del socio? Cambia la situazione se il socio è anche amministratore della stessa società? C’è eventualmente un trattamento diverso tra società di persone e società di capitale?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?