Rapporto di lavoro

Il bonus 80 euro escluso dalla retribuzione pignorabile

di Paolo Rossi

LA DOMANDA In riferimento al Bonus 80 euro, per i dipendenti che hanno in corso dei pignoramenti, ai fini del calcolo della quota da trattenere il sostituto d’imposta deve considerare l’importo erogato a titolo di bonus? La normativa prevede che il bonus non concorra alla formazione del reddito; ma la normativa sui pignoramenti prevede “somme dovute a titolo di stipendio/salario” da calcolarsi sulla retribuzione netta. Si potrebbe quindi ritenere che – essendo di fatto una restituzione di imposta – faccia parte della retribuzione netta e come tale pignorabile?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?