Rapporto di lavoro

Assunzione socio srl e lavoro subordinato

di Antonio Carlo Scacco

LA DOMANDA Abbiamo il caso di un s.r.l. (attività: officina meccanica - CCNL Metalmeccanica PMI) che ha necessità di assumere due lavoratori: - una lavoratrice è figlia convivente del socio con una quota del 33% (padre) e del legale rappresentante- amministratore unico (madre) non socio; - l’altro lavoratore è socio al 33% ed è il marito del legale rappresentante –amministratore unico (convivente). Possono essere assunti con contratto di lavoro dipendente? Si precisa che il socio (padre) non ha la maggioranza delle quote sociali . Ci sono altri due soci al 33%. In base alla circolare Inps n. 179/1989 “Il cumulo della qualità di semplice socio con quella di lavoratore subordinato è ammesso...."

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?