Rapporto di lavoro

Indennita di trasferta sul luogo di residenza

di Rossella Quintavalle

LA DOMANDA Un'azienda metalmeccanica con sede in Matera, assume un lavoratore sul cantiere di Taranto, dopo pochi mesi il lavoratore viene trasferito in Brindisi (luogo quest'ultimo di residenza del lavoratore inquestione). Il lavoratore dopo tanti anni ora chiede un risarcimento perchè pretende una indennità di trasferta giornaliera per l'intero periodo trasferito a Brindisi. Or bene, essendo il luogo di lavoro diverso da quello di assunzione, ma lo stesso della residenza del lavoratore, a quest'ultimo deve essere riconosciuta l'indennità di trasferta?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?