Rapporto di lavoro

Taglio del cuneo fiscale e politiche attive per ridurre la disoccupazione strutturale

di Carlo Carboni

Speriamo che questa volta la rondine faccia primavera e che il saldo occupazionale positivo registrato tra gennaio 2015 e gennaio 2016 – quasi 300.000 unità in più - trovi conferma nel prossimo biennio. Perché c’è ancora tanto da recuperare. Soprattutto tra i “giovani adulti” trentenni, che sono cresciuti in un mercato del lavoro tartassato dalla crisi economica e che hanno ancora difficoltà a sottrarsi dalla palude di un’elevata disoccupazione giovanile che stona con il calo dell’incidenza dei giovani ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?