Rapporto di lavoro

Collaborazione familiare occasionale del coniuge

di Luca Vichi

LA DOMANDA In merito alla collaborazione familiare occasionale nel settore artigianato, tra i vari requisiti si prevede la parentela entro il 3 grado. A tal proposito si chiede se vi rientri anche il coniuge: può una Srl artigiana, con socio unico che ricopre anche la carica di amministratore unico, avvalersi della Collaborazione Familiare Occasionale del coniuge del suddetto socio? In caso affermativo, oltre all’iscrizione INAIL, è necessaria anche la comunicazione al Centro per l’Impiego competente? Ringraziando, si porgono cordiali saluti.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?