Rapporto di lavoro

Incerto il contributo di licenziamento per lavoratori in mobilità

di Antonio Carlo Scacco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Dal 1° gennaio non è chiaro se sia dovuto il contributo di licenziamento anche per le interruzioni dei rapporti di lavoro riferite ai lavoratori collocati in mobilità dagli organi delle procedure fallimentari: è l'effetto della abrogazione, operata dall'articolo 2, comma 70, della legge Fornero (legge 92/2012), dell'articolo 3 della legge 223/1991. Per ciascun lavoratore collocato in mobilità i datori non edili soggetti alla Cigs sono tenuti a versare un particolare contributo (denominato “contributo d'ingresso”) alla gestione degli interventi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?