Rapporto di lavoro

Dal welfare aziendale una spinta ai contratti di secondo livello

di Francesca Barbieri

Un paniere ampio di servizi di welfare, tutto a vantaggio dei dipendenti, anche agli occhi del Fisco. I voucher per pagare l’asilo nido o la baby sitter, le borse di studio per i figli, solo per fare qualche esempio, dal 2016, oltre a essere esentasse se assegnati volontariamente dall’azienda, lo saranno anche se previsti dai contratti “integrativi”, una novità quest’ultima rispetto al sistema attuale. In più, si potranno chiedere, in tutto o in parte, in alternativa al premio di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?