Rapporto di lavoro

Politiche attive ancora in stand by

di Gianni Bocchieri

A quasi due mesi dall’entrata in vigore del decreto legislativo 150/2015 il riordino dei servizi all’impiego e delle politiche attive stenta a diventare operativo, anche per mancanza di “direttive” interpretative e di disallineamenti normativi. Tra l’altro manca il sistema informativo unico o unitario che dovrebbe costituire il “sistema nervoso” della nuova organizzazione del mercato del lavoro. Il decreto prevede che l’accertamento dello stato di disoccupazione avvenga in via telematica, attraverso l’iscrizione al portale nazionale delle politiche attive gestito ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?