Rapporto di lavoro

Uso improprio della mail aziendale: la policy può essere di aiuto

di Rossella Schiavone

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Recentemente la Corte di cassazione, con sentenza 22353 del 2015, si è occupata di un licenziamento disciplinare intimato a causa di un uso improprio di strumenti di lavoro aziendali e, più nello specifico, del personal computer in dotazione, delle reti informatiche aziendali e della casella di posta elettronica. Sulla scia di tale sentenza, la Fondazione studi dei consulenti del lavoro ha pubblicato il parere numero 2 del 10 novembre 2015, in cui ha precisato che per ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?