Rapporto di lavoro

Più facile la mobilità interna aziendale tramite accordi personali o contrattazione collettiva

di Antonio Carlo Scacco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

L'articolo 3 del decreto legislativo 81/2015, recante il riordino delle tipologie contrattuali, ha riscritto interamente l'articolo 2103 del codice civile e la connessa disciplina delle mansioni. Elemento centrale della modifica è certamente il superamento del vecchio principio della equivalenza delle mansioni, unico a consentire una certa mobilità endo-aziendale ma al tempo stesso, proprio perché generico e indeterminato, suscettibile di interpretazioni non univoche da parte della giurisprudenza. Dal vincolo del rispetto di una equivalenza sia soggettiva (il background o ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?