Rapporto di lavoro

Nessuna sanzione se a rinunciare ai riposi giornalieri post partum è la madre

di Rossella Quintavalle

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

In risposta ad interpello n. 23 del 24 settembre 2015 posto dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del lavoro, la Direzione Generale del Ministero del Lavoro afferma che non sembra applicabile al datore di lavoro la misura sanzionatoria prevista all'articolo 46 del D.lgs. n. 151, nel caso in cui la lavoratrice madre rinunci spontaneamente di fruire, anche in parte, dei riposi giornalieri di cui all'articolo 39 del T.U, Maternità/paternità già richiesti al datore di lavoro. Secondo quando disciplinato ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?