Rapporto di lavoro

Controlli a distanza, niente autorizzazione sugli strumenti di lavoro

di Giampiero Falasca

A distanza di più di quarant’anni dalla sua approvazione, il Jobs Act modernizza la disciplina dei controlli a distanza contenuta nello Statuto dei lavoratori, così come fatto in precedenza in materia di mansioni e licenziamenti. L’intervento va in una doppia direzione: è confermato il principio per cui tutti gli strumenti di controllo “pericolosi” possono essere utilizzati solo previo accordo sindacale (oppure autorizzazione amministrativa), ma questo precetto viene finalmente adeguato alla attuale realtà tecnologica tramite l’esonero della procedura autorizzativa per ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?