Rapporto di lavoro

Distacco dall’estero, lavoratori legati all’impresa «madre»

di Stefano Rossi

Usare in maniera scorretta le prestazioni di lavoratori stranieri o assunti all’estero - con formule di distacco o di somministrazione non genuina - comporta per le aziende il rischio di pesanti sanzioni. Il ministero del Lavoro ha annunciato, nella programmazione dell’attività ispettiva per il 2015, una serie di campagne straordinarie per reprimere l’uso abusivo del distacco transnazionale, segnalato soprattutto nel turismo, nell’edilizia e nell’autotrasporto. Il fenomeno è quello riscontrato ad esempio in alcune regioni ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?