Rapporto di lavoro

Motivo economico, niente reintegra

di Angelo Zambelli

Le norme sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti si applicheranno a tutti gli impiegati, operai e quadri assunti dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo approvato, in via definitiva, dal Consiglio dei ministri il 20 febbraio. Le nuove previsioni apportano rilevanti modifiche in tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo (ma non solo) eliminando, da un lato, la farraginosa procedura preventiva presso la Dtl - oggi prevista per le imprese sopra i 15 dipendenti ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?