Rapporto di lavoro

Jobs act, la nuova mappa degli indennizzi

di Franco Balbi e Alberto Bosco

La reintegrazione nel posto di lavoro del nuovo assunto a tempo indeterminato, in caso di illegittimità del licenziamento, sarà molto più difficile e sarà limitata, oltre che al recesso privo di forma scritta, nullo e discriminatorio, al solo licenziamento disciplinare rispetto al quale sia dimostrata l’insussistenza del fatto materiale contestato al lavoratore. È il quadro che scatterà con l’entrata in vigore del decreto legislativo sul contratto a tutele crescenti, varato venerdì dal Consiglio dei ministri. È importante sottolineare, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?