Rapporto di lavoro

Se il licenziamento è discriminatorio non si perde il posto - Risarcimento per i mesi di lavoro persi

di Aldo Bottini

I licenziamenti nulli e discriminatori continueranno a essere sanzionati con la reintegrazione, anche per i lavoratori assunti con il nuovo contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti. La legge delega sul punto è chiara: la discriminazione e la nullità costituiscono una delle (due) limitate ipotesi in cui il diritto alla reintegrazione deve rimanere. Le norme di riferimento Il decreto, coerentemente con la delega, dispone quindi che il giudice ordini la reintegrazione del lavoratore quando ravvisi «la nullità ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?