Rapporto di lavoro

Coesistenza di un rapporto di collaborazione e di lavoro dipendente, così il conguaglio

di Michela Magnani

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Nell'ipotesi in cui un soggetto, nel corso del 2014, abbia intrattenuto con lo stesso sostituto sia un rapporto di lavoro dipendente che un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (ad esempio, un dirigente che sia anche membro del consiglio di amministrazione) il sostituto d'imposta avrà tenuto un differente comportamento in funzione della periodicità di pagamento dei compensi. In particolare, se i due compensi avevano la medesima cadenza periodica (ad esempio mensile), il sostituto d'imposta, ai fini dell'effettuazione della ritenuta ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?