Rapporto di lavoro

Sulle sanzioni prevale la linea morbida

di Francesca Barbieri e Valeria Uva

Nessuna bocciatura e neanche una insufficienza: per questo primo anno di debutto dell’obbligo di formazione professionale continua più che di sanzioni per i professionisti che non hanno raggiunto il limite minimo di crediti richiesti dal proprio Ordine si può parlare di semplici avvisi, richiami e avvertimenti. Un po’ per dare tempo agli iscritti di abituarsi alle novità, un po’ per i ritardi con cui si sono “accesi i motori”, gli Ordini promettono di utilizzare la linea ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?