Rapporto di lavoro

Il diritto della lavoratrice madre alla conservazione del posto di lavoro

di Mariano Delle Cave

LA DOMANDA D: Una dipendente sta finendo il congedo di maternità ed è pronta al rientro al lavoro. Per conflitti precedenti e concomitanti con lo stato di gravidanza le parti si sono ignorate in questo periodo. Il datore offre alla dipendente la possibilità di non rientrare in servizio con la retribuzione pagata fino ad un anno di età del bambino. Cosa ritenete può rischiare in termini civili e penali il datore se insiste al non far entrare il dipendente in azienda pur garantendole la retribuzione come se lavorasse?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?