Rapporto di lavoro

Tfr in cedolino con tassazione ordinaria

di Nevio Bianchi e Barbara Massara

Se il lavoratore dipendente potrà contare su una maggiore liquidità, anche per lo Stato il Trattamento di fine rapporto (Tfr) in busta paga è un affare. Nonostante l'erogazione sia a titolo sperimentale e di durata non superiore a tre anni, l'importo che sarà corrisposto mensilmente dal datore di lavoro su richiesta del lavoratore anziché essere qualificato come anticipo del Tfr viene definito, infatti, come una «integrazione della retribuzione» e secondo quanto prevede la norma non soggetto a tassazione separata, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?