Rapporto con gli enti

Retribuzione e contribuzione

di Germano De Sanctis

LA DOMANDA Una azienda multinazionale, al fine di stimolare investimenti per processo/prodotto ha sottoscritto un accordo aziendale per affievolire il costo del lavoro aziendale. Gli operai hanno rinunciato per tre anni a maggiorazioni aggiuntive a quelle previste dal ccnl e gli impiegati a parte del superminimo individuale pari al valore delle maggiorazioni tagliate. In nessun caso il lavoratore è sceso sotto i minimi contrattuali ma anzi tutti conservano un trattamento di miglior favore. L'inps ha richiesto con verbale ispettivo il pagamento dei contributi sulle retribuzioni rinunciate dai lavoratori in quanto, a loro avviso, le rinunce alle retribuzioni quandanche esulanti il ccnl, non comportano una corrispondente riduzione della contribuzione dovuta.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?