Rapporto con gli enti

Licenziamenti in aumento, crollo delle dimissioni

di Claudio Tucci

Nel terzo trimestre dell’anno c’è stato un crollo delle dimissioni (-17,2% rispetto allo stesso periodo 2015, pari a -62.739 unità) dovuto essenzialmente alle nuove, e più complesse, regole introdotte dal Jobs act, che stanno penalizzando soprattutto i lavoratori stranieri. Ciò, in parte, ha portato a una crescita dei licenziamenti (+10,8% sull’anno, in numeri assoluti +22mila posizioni, di cui oltre 10mila sono, appunto, dipendenti non italiani, che abbandonano l’azienda senza completare la pratica telematica lasciando al datore la sola via ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?