Previdenza e assistenza

Pensioni e lavori gravosi, 15mila deroghe

di Davide Colombo e Marco Rogari

Circa 15mila lavoratori. È questo il bacino che potrebbe essere interessato dall’estensione alle 11 categorie di lavori gravosi collegate all’Ape sociale della neutralizzazione fino al 2026 dell’adeguamento dell’età pensionabile alla speranza di vita, già prevista dal 1° gennaio di quest’anno per le attività “usuranti” dalla legge di bilancio 2017. Una platea che potrebbe arricchirsi ulteriormente, rimanendo comunque abbondantemente sotto quota 20mila lavoratori, nell’eventualità in cui, con una modifica all’attuale manovra all’esame del Senato il mini-stop all’innalzamento automatico della soglia ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?