Previdenza e assistenza

Unioni e conviventi con i permessi «104»

di N.T.

Le parti di un’unione civile e i conviventi di fatto possono chiedere i tre giorni di permessi retribuiti previsti dalla legge 104/92 in caso di disabilità del partner, ma non possono fare la richiesta per l’assistenza dei parenti del compagno, dato che «tra una parte dell’unione civile e i parenti dell’altro non si costituisce un rapporto di affinità». A chiarirlo è l’Inps con circolare n. 38/17 pubblicata ieri, nella quale si spiega che «l’articolo 78 del codice civile non ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?