Previdenza e assistenza

Le sei vie per arrivare prima alla pensione

di Matteo Prioschi e Fabio Venanzi

L’anticipo pensionistico a cui sta lavorando il governo promette di mandare in pensione l’anno prossimo con un anticipo variabile tra 1 e 3 anni rispetto al trattamento di vecchiaia a fronte però di una penalizzazione economica determinata principalmente dal prestito che servirà per finanziare l’operazione senza incidere troppo sul bilancio dello Stato. Questo significa poter smettere di lavorare per gli uomini già a 63 anni e 7 mesi di età, mentre per le donne la condizioni migliore ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?