Previdenza e assistenza

Ape con anticipo della pensione integrativa

di Davide Colombo e Marco Rogari

Si chiama «Rita». È l’acronimo di «Rendita integrativa temporanea anticipata». Ed è destinata a consentire al lavoratore “over 63”, che ha aderito alla previdenza complementare ed è intenzionato a utilizzare la flessibilità-pensioni, la possibilità di incassare parte della pensione integrativa per ridurre l’impatto dell’Ape (Anticipo pensionistico). Con il “vantaggio” di poter ridurre (anche dimezzare) il “prestito” bancario che consentirebbe di usufruire dell’assegno previdenziale anticipato. È l’ultima ipotesi di lavoro spuntata sui tavoli tecnici della cabina di regia economica ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?