Previdenza e assistenza

Fondo di garanzia per la previdenza complementare

di Gremigni Pietro

LA DOMANDA Ad un lavoratore,l a cui azienda ha omesso il versamento del TFR ad un fondo pensione aperto, è stata rigettata istanza per il pagamento del TFR dal Fondo di garanzia per la previdenza complementare INPS con la motivazione: “Il lavoratore ha riscattato totalmente la sua posizione al fondo”. Il lavoratore aveva riscattato la parte di TFR versato al fondo in seguito a pensionamento. Successivamente l’azienda è fallita ed il lavoratore è stato ammesso nel passivo. E’corretto equiparare il riscatto della posizione al fondo alla mancata iscrizione(requisito per l’erogazione del TFR da parte dell’INPS)?Il lavoratore risulta ancora iscritto al fondo,anche se ha riscattato il TFR versato.Quali altre strade può percorrere?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?