Previdenza e assistenza

Aggiornare i coefficienti non basta per tenere in equilibrio le pensioni

di Claudio Pinna

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

L'impressione abbastanza diffusa sul mercato è che il metodo contributivo consenta di mantenere in equilibrio il nostro sistema pensionistico perché in grado di garantire l'equivalenza attuariale tra i contributi versati e le prestazioni ricevute. “Tanto mi hai dato” quindi nel corso dell'attività lavorativa, “tanto ti do” poi quando sarai pensionato. Seguendo tale convincimento l'adeguamento dei coefficienti di conversione del montante contributivo maturato al pensionamento alla più elevata aspettativa di vita della popolazione generale ha proprio come obiettivo quello ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?