Previdenza e assistenza

Pensioni da rivalutare, «buco» da 5-10 miliardi

di Maria Carla De Cesari e Fabio Venanzi

La Corte costituzionale ha cancellato la mancata rivalutazione in base all’inflazione delle pensioni di poco superiori a 1.400 euro: la penalizzazione fissata dal Dl 201/2011 è stata applicata nel 2012-2013. L’effetto sui conti pubblici è pesantissimo. Il conto preventivato dall’avvocatura dello Stato, nella memoria in difesa del decreto 201 davanti alla Corte, è stato di 5 miliardi ma si tratta di una cifra al ribasso. In base ai dati Inps sulle pensioni la mancata rivalutazione delle pensioni superiori ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?