Previdenza e assistenza

Naspi poco generosa con chi ha pochi contributi

di Antonino Cannioto e Giuseppe Maccarone

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Naspi viene prevista al fine di omogeneizzare il trattamento con l'intento di agganciarlo alle prestazioni erogate negli altri Paesi europei. Uno dei suoi punti di forza rispetto all'Aspi è l'aggancio della sua durata all'effettiva contribuzione vantata da ogni singolo percipiente nell'arco degli ultimi 4 anni. Questa nuova dinamica, se da un lato elimina la parità di durata del trattamento a prescindere dai contributi imputabili al lavoratore, dall'altro - proiettando la valutazione sui 4 anni che precedono l'inizio ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?