Previdenza e assistenza

Il riscatto del lavoro prestato all'estero

di Pietro Gremigni

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

I lavoratori dipendenti, compresi quelli iscritti ai fondi sostitutivi ed esclusivi (Stato, ex INPDAP) o i loro superstiti, possono richiedere il riscatto del lavoro prestato in Paesi extracomunitari non convenzionati con l'Italia da accordi bilaterali (D.Lgs. 184/1997; INPS, circ. 162/1997 ). Tale riscatto riguarda periodi di lavoro che si collochino sia posteriormente che anteriormente al 12.7.1997, data di entrata in vigore del D.Lgs. 184/1997. La richiesta di riscatto per lavoro all'estero può essere presentata:- senza limiti temporali, anche dopo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?