Contratti di lavoro

Niente retribuzione di risultato per i “facenti funzione”

di Mauro Pizzin

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Nel lavoro pubblico la retribuzione di risultato per lo svolgimento di funzioni dirigenziali superiori alla qualifica rivestita, sia pure limitata alla parte fissa, non spetta al sostituto per il solo fatto di avere svolto tali funzioni, in quanto tale erogazione è connessa alla verifica dei risultati di gestione. Lo ha sottolineato la Cassazione con la sentenza n. 4622/18, depositata ieri, in cui la Corte è stata chiamata a pronunciarsi sul caso di una lavoratrice impiegata presso il Commissariato ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?