Contratti di lavoro

Europa senza preclusioni sul lavoro flessibile

di Giampiero Falasca

La sentenza della Corte Ue che ha ritenuto conforme al diritto comunitario la disciplina italiana del lavoro intermittente ha un duplice effetto: da un lato lascia inalterata la normativa sul lavoro a chiamata, e dall’altro rovescia alcuni luoghi comuni relativi a una presunta “avversità” del diritto comunitario verso i contratti flessibili. Con riferimento al primo aspetto, la legge conferma la legittimità della regola, contenuta nella legge Biagi e poi confluita nell’articolo 13 del dlgs 81/2015, che autorizza un datore ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?