Contratti di lavoro

Il tabacco riparte da 90 euro di aumento

di Francesco Prisco

Aumento retributivo del 6,05% per i 2.500 lavoratori del tabacco secco allo stato sciolto. Lo prevede il contratto nazionale di settore sottoscritto ieri dall’associazione datoriale Apti da un lato, Fai, Flai e Uila dall’altro, un ccnl di durata quadriennale che introduce numerose novità sia sul versante economico che su quello normativo. Partiamo dal primo capitolo: la retribuzione mensile complessiva per un lavoratore al quarto livello sarà incrementata di 90 euro a regime, in tre tranche da 30 euro l’una ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?