Contratti di lavoro

Con il Jobs act più posti stabili

di Claudio Tucci

Il Jobs act e la decontribuzione sulle assunzioni stabili un risultato lo hanno ottenuto: l’84% dell’aumento dell’occupazione dipendente registrato nel corso del 2015 (+288mila unità a dicembre su dicembre 2014) è avvenuto con contratti a tempo indeterminato. Un trend che è proseguito anche nei primi nove mesi del 2016: dei 210mila posti aggiuntivi “alle dipendenze” guadagnati, infatti, quasi due terzi sono stati di natura “permanente” (nel 2014 la quota arrivava a mala pena a un quarto). Certo, la crisi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?