Contratti di lavoro

Assunzioni «stabili» in frenata

di Claudio Tucci

Il saldo dei contratti a tempo indeterminato continua a rimanere con il segno più: nei primi 9 mesi dell’anno la differenza tra nuove assunzioni stabili (1.213.334, comprese le trasformazioni) e cessazioni (1.165.879) è positiva per 47.455 unità. Certo, la velocità di crescita dei rapporti fissi si conferma piuttosto fiacca, considerato che nello stesso periodo, gennaio-settembre, del 2015, la variazione netta dei contratti a tempo indeterminato toccava quota 519.690. A rallentare, per effetto della riduzione dell’esonero contributivo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?