Contratti di lavoro

Call center, 80mila posti a rischio

di Giorgio Pogliotti

«Tutto il settore dei call center in outsourcing è a rischio, nel giro di qualche mese, man mano che le attuali commesse andranno in scadenza, si rischiano di perdere 70-80mila posti di lavoro, con forti ripercussioni sull’ordine pubblico». A lanciare l’allarme sono Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom, che ieri nell’audizione in commissione Lavoro del Senato sulla vertenza Almaviva hanno puntato l’indice contro il ricorso alle gare al massimo ribasso che rischia di mettere fuori mercato le aziende che ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?