Contratti di lavoro

Il lavoro agile come misura di accomodamento ragionevole per i disabili

di Antonio Carlo Scacco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Il lavoro agile o smart working può essere una misura di grande utilità per favorire l'integrazione dei lavoratori con disabilità se interpretato come forma di “accomodamento ragionevole”: è un aspetto della nuova modalità organizzativa del lavoro, attualmente all'esame delle aule parlamentari, spesso trascurato. Cos'è un “accomodamento ragionevole”? La locuzione, originariamente utilizzata nel diritto statunitense dallo US Rehabilitation Act del 1973 e poi incorporato nell'Americans with Disabilities Act (ADA) del 1990, fa riferimento a un adattamento alla situazione concreta ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?