Contratti di lavoro

Proroga del contratto a termine

di Alberto Bosco

LA DOMANDA Dalla lettura dell’art. 21, co. 1, del D.lgs. n. 81/2015 parrebbe che il termine del contratto a tempo determinato – anche nelle attività stagionali – possa essere prorogato, con il consenso del lavoratore, solo quando la durata iniziale del contratto sia inferiore a 36 mesi, e, comunque, per un massimo di cinque volte nell'arco di 36 mesi a prescindere dal numero dei contratti. Ci si chiede se: 1) la contrattazione collettiva (territoriale o aziendale) possa derogare alle cinque proroghe 2) da quale data decorra il conteggio dei 36 mesi (sempre dal 21 marzo 2014?) 3) il contatore delle 5 proroghe si azzera dalla fine del 36mo mese e riparte dal 37mo? Si ringrazia per l'attenzione. F.to Roberto Spierre

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?