Contratti di lavoro

Collaborazioni, la semplificazione è ancora lontana

di Stefania Radoccia e Matteo Pollaroli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Lo schema di decreto legislativo sul riordino dei contratti, oggetto dei recenti pareri delle commissioni parlamentari, cambia nuovamente la disciplina del lavoro coordinato, prevedendo l’abrogazione del contratto a progetto. Inoltre, dal 1° gennaio 2016, alle collaborazioni che avranno determinate caratteristiche (personalità, continuità, ripetitività e organizzazione della prestazione da parte del committente) si applicherà il regime del lavoro subordinato, fatte alcune eccezioni (tra cui le collaborazioni regolate da contratti collettivi nazionali, non aziendali, le professioni intellettuali riservate, amministratori e sindaci ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?