Contratti di lavoro

Reintegrazione per i disabili

di Aldo Bottini

Per i lavoratori assunti dal 7 marzo, dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo 23/2015, sopravvive, accanto ai licenziamenti discriminatori e nulli e ai licenziamenti disciplinari per fatto materiale insussistente, un’ulteriore particolare ipotesi di reintegrazione. Si tratta del caso in cui «il giudice accerti il difetto di giustificazione per motivo consistente nella disabilità fisica o psichica del lavoratore, anche ai sensi degli articoli 4, comma 4 e 10, comma 3, della legge 12 marzo 1999, n. 68 » ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?